Francesca Bianconi espone alla Fondazione Rodolfo Viola “La via dell’universalismo: la milano che vorrei”

 

La Fondazione Rodolfo Viola presenta   “La via dell’Universalismo: la Milano che vorrei”

Musica, teatro, danza, pittura e scultura

Invito all’evento

di lunedì 21 Marzo 2011 dalle ore 18:30 alle ore 22:30

presso la Galleria Strasburgo 2, Milano FERMATA MM1 San Babila

 

Il Maestro Rodolfo Viola festeggerà il primo giorno di primavera

in occasione del 45° anniversario di attività della Galleria d’Arte Strasburgo.

“Un’ideale passeggiata nella Milano governata dagli artisti, in cui siamo tutti noi – re, poeti e musicisti – a partecipare alla creazione (…) E’ la mia Milano che torna a sorridere, la Milano in cui la pittura, la scultura, la letteratura, la musica e ogni altra espressione artistica devono poter essere sempre presenti per conferire all’uomo l’Io equilibrato che gli spetta per ragione superiore”

Rodolfo Viola

Rodolfo  Viola,  uno  dei  maggiori  esponenti  dell’arte  pittorica  italiana  e  fondatore  del  Manifesto dell’Universalismo,  è  l’unico  artista contemporaneo  a  vantare  una  prestigiosa  serie  di  francobolli emessi dalla Repubblica di San Marino, affiancato ad artisti come Tintoretto, Botticelli e Guercino.Titolare del premio internazionale “La Madonnina”, unico vero riconoscimento ufficiale che la città di Milano dedica a coloro che l’hanno resa famosa nel mondo. Da trent’anni è il pittore dell’America’s Cup. La sua opera “il mio Duomo” è stata scelta dalla Commissione del Duomo per celebrarne il VI centenario. Tre importanti monografie dedicate alla sua opera sono state curate dai critici internazionali André Verdet, Pierre Restany e Silvio Ceccato.

Esporranno inoltre gli scultori: Emanuele Rubini e Francesca Bianconi

Interverranno: Arnoldo Mosca Mondadori, i musicisti Alex Battini de Barreiro, Fabio Gianni, Gendrickson Mena, Piero Orsini, la violinista Eriko Sumi, la Compagnia “Il Teatro dei Gordi” costituita dagli ex allievi della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi.

L’introduzione della serata,  a cura del Presidente del Conservatorio di Milano “Giuseppe Verdi” Arnoldo Mosca Mondadori, verterà a chiarire i temi che hanno ispirato la serata: i principi del Manifesto dell’Universalismo, i 45 anni di attività della Galleria personale del Maestro Viola e la nuova Milano immaginata  dal  pittore.  L’idea  della  serata  nasce  dal  desiderio  del  Maestro  di  immaginare  la  città arricchita  dagli artisti e dalle loro creazioni, una città dove l’arte sia fruibile a tutti e sia presente in ogni luogo.

“Facciamo uscire dai meandri della città tutte le persone che, umiliate da cento poteri autoreferenti, possano con la loro fantasia e onestà contribuire a costruire quello che Milano merita: un rinnovamento  nel nome dell’arte e del libero pensiero”

Rodolfo Viola

Il pubblico non avrà solo un ruolo passivo di osservatore, ma verrà coinvolto con parole e azioni a sottolineare  l’importanza  di  una  nuova  comunicativa.  Ognuno  potrà  contribuire  al  rinnovamento lasciando un segno con pennelli e colori su di una gigantografia a disposizione nella Galleria.

Per info e contatti:

Chiara Viola +39.347.4337667

Tina Grieco +39.349.3214858

fondazione@rodolfoviola.it

http://www.rodolfoviola.it

I dipinti di Rodolfo Viola sono in permanenza nella sua Fondazione mentre la mostra collettiva durerà fino al 15 aprile 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...