LE LABBRA IN MARMO DELLA BIANCONI SEDUCONO ANTOLINI

Immagine

ELLE DECOR marzo 2013 N° 3 (pag.183)     AD N°382 marzo 2013  (pag. 97)

Immagine

      La scultura “LABBRA” si trova attualmente esposta negli show room della ditta Antolini Luigi a Sega di Cavaion Veronese (VR)

ImmagineLa lavorazione è avvenuta per mano dell’artista presso

il rinomato studio Nicoli di Carrara  Immagine  L’opera “Labbra” è in marmo statuario di Carrara.

Le dimensioni sono di cm  60x30x23.

     Immagine

Nel retro si può notare la pietra lasciata volutamente grezza dall’artista

per lasciare intatti sia la forma che il minerale di calcite che la attraversa.

               LABBRA (48)

La scultrice Francesca Bianconi nello studio Nicoli con la sua opera terminata.

___________________________________________________
Annunci

2° Simposio di scultura di Spinetoli “Piceno di Travertino”

Dal 23 agosto  al 02 settembre 2012

Oasi “La Valle” di Pagliare del Tronto (AP)

  In contatto 

travertino ascolano   cm 200x60x60

                                                                                                                                                                        Foto durante la lavorazione di Dario Ameli

Catalogo del simposio di scultura di Vergnacco (Friuli Venezia Giulia)

Il catalogo del 14° Simposio internazionale di scultura su pietre del Friuli Venezia Giulia è stato presentato con una cerimonia di inaugurazione il 22 dicembre 2011 nella sala consiliare dell’istituto di credito  Credifriuli,  nella sede di Remugnano di Reana del Rojale,Vergnacco (UD).

E’ stata una bellissima sorpresa quella di trovarmi sulla copertina del catalogo di questo simposio così bello ed importante.

Un sincero ringraziamento da parte mia va a tutto lo staff organizzativo e soprattutto a Roberto Cossettini, presidente dell’ Associazione  Culturale “Il faro”, fondatore  ed organizzatore del simposio. Un ringraziamento  anche per tutta le comunità di Vergnacco, di Reana del Rojale e di frazioni limitrofe che si sono dimostrate delle persone stupende, con un grande cuore, un forte spirito di sacrificio e di collaborazione che ogni anno dedicano due settimane del loro tempo ad aiutare lo staff organizzativo per la cura di ogni minimo dettaglio di questo evento,  per l’accoglienza e per la permanenza degli scultori provenienti da ogni parte del mondo, facendo sentire quel calore di ritrovarsi come in casa propria,  in una grande famiglia.

 

 

                                             Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Roberto Molinaro
Assessore regionale all’istruzione, università, ricerca, famiglia, associazionismo e cooperazione

CULTURA: DAL SIMPOSIO DI SCULTURE SU PIETRA ESEMPI DI AGGREGAZIONE GIOVANILE
Reana del Rojale, 23 dic – Prendere ad esempio il modello adottato per divulgare il Simposio internazionale di Scultura su pietra del Friuli Venezia Giulia, svoltosi lo scorso mese di giugno a Vergnacco in Comune di Reana del Rojale, giunto ormai alla quattordicesima edizione, anche per altri importanti eventi di carattere culturale legati al territorio che si tengono nella nostra regione.
Questo il messaggio che l’assessore regionale a Istruzione, Università e Ricerca Roberto Molinaro ha voluto trasmettere in occasione della presentazione del catalogo che raccoglie le opere realizzate dagli artisti di cinque regioni d’Italia e di sei Paesi, protagonisti di una performance artistica mirata alla lavorazione della pietra e tenutasi in loco. Il Simposio ha consentito di far conoscere questa forma d’arte contemporanea ad un vasto pubblico, specialmente di giovani, del Friuli Venezia Giulia nella suggestiva cornice di Villa Manin di Passariano, dove le opere sono state successivamente esposte. In particolare, Molinaro ha voluto indicare il percorso seguito successivamente all’iniziativa dall’Associazione culturale ‘Il Faro’, di Reana del Rojale, che ha ideato e organizza il Simposio, per realizzare la fase comunicativa della manifestazione. Infatti, nella realizzazione di un esaustivo contributo audiovisivo che è stato proiettato all’inizio della presentazione del catalogo, e nella creazione del catalogo stesso, sono stati impiegati esclusivamente giovani. Così come giovani erano anche gli artisti che hanno condiviso momenti di alta creatività.
Ritornando sui modelli operativi e sulle sinergie da adottare per fare sì che il Simposio, che si tiene da 14 anni, possa amplificare ulteriormente la propria portata, Molinaro ha auspicato che si possa creare una rete di partner di sostegno, con l’obiettivo di garantire il necessario supporto economico alla manifestazione, assicurando nel contempo alla stessa una sempre maggiore risonanza. “Il Simposio che si tiene a Vergnacco – ha precisato l’assessore – non è una semplice manifestazione di carattere culturale, pur essendosi ritagliata negli anni uno spazio cospicuo nel mondo dell’arte”; è anche una dimostrazione di come l’arte riesca ad avvicinare e accomunare per diversi giorni le esperienze maturate in diversi Paesi europei e in Italia. Anche per questi motivi deve poter crescere attraverso il consolidamento di un rapporto duraturo tra l’Associazione che lo organizza e le istituzioni, e con partner privati. E a testimonianza del livello raggiunto dal Simposio, come ha concluso Molinaro, c’è l’assegnazione alla manifestazione della Medaglia d’oro del presidente della Repubblica quale segno distintivo dell’eccellenza.
Prima di Molinaro, il saluto della Credifriuli, istituto di credito che ha sostenuto e ospitato la presentazione nella propria sede di Remugnano di Reana del Rojale, era stato portato dal vicepresidente Dario Della Maestra. Mentre per ricordare il significato del Simposio per la comunità locale era intervenuto il sindaco di Reana Edi Colaoni. I contenuti dell’evento artistico erano poi stati esplicati dal presidente dell’Associazione ‘Il Faro’ Roberto Cossettini. Mentre un invito ad amplificare ulteriormente il Simposio, per farlo risaltare successivamente tra il grande pubblico, come accaduto quest’anno, attraverso l’esposizione delle opere nello scenario ideale di Villa Manin di Passariano, era stato rivolto dal commissario dello storico compendio Enzo Cainero. Quest’ultimo ha colto l’occasione per anticipare gli sviluppi del Simposio, che si concretizzeranno con una mostra di sculture in pietra del famoso artista giapponese Ogata, nonché di un gruppo di artisti sloveni, sempre a Villa Manin.

Francesca Bianconi espone alla Fondazione Rodolfo Viola “La via dell’universalismo: la milano che vorrei”

 

La Fondazione Rodolfo Viola presenta   “La via dell’Universalismo: la Milano che vorrei”

Musica, teatro, danza, pittura e scultura

Invito all’evento

di lunedì 21 Marzo 2011 dalle ore 18:30 alle ore 22:30

presso la Galleria Strasburgo 2, Milano FERMATA MM1 San Babila

 

Il Maestro Rodolfo Viola festeggerà il primo giorno di primavera

in occasione del 45° anniversario di attività della Galleria d’Arte Strasburgo.

“Un’ideale passeggiata nella Milano governata dagli artisti, in cui siamo tutti noi – re, poeti e musicisti – a partecipare alla creazione (…) E’ la mia Milano che torna a sorridere, la Milano in cui la pittura, la scultura, la letteratura, la musica e ogni altra espressione artistica devono poter essere sempre presenti per conferire all’uomo l’Io equilibrato che gli spetta per ragione superiore”

Rodolfo Viola

Rodolfo  Viola,  uno  dei  maggiori  esponenti  dell’arte  pittorica  italiana  e  fondatore  del  Manifesto dell’Universalismo,  è  l’unico  artista contemporaneo  a  vantare  una  prestigiosa  serie  di  francobolli emessi dalla Repubblica di San Marino, affiancato ad artisti come Tintoretto, Botticelli e Guercino.Titolare del premio internazionale “La Madonnina”, unico vero riconoscimento ufficiale che la città di Milano dedica a coloro che l’hanno resa famosa nel mondo. Da trent’anni è il pittore dell’America’s Cup. La sua opera “il mio Duomo” è stata scelta dalla Commissione del Duomo per celebrarne il VI centenario. Tre importanti monografie dedicate alla sua opera sono state curate dai critici internazionali André Verdet, Pierre Restany e Silvio Ceccato.

Esporranno inoltre gli scultori: Emanuele Rubini e Francesca Bianconi

Interverranno: Arnoldo Mosca Mondadori, i musicisti Alex Battini de Barreiro, Fabio Gianni, Gendrickson Mena, Piero Orsini, la violinista Eriko Sumi, la Compagnia “Il Teatro dei Gordi” costituita dagli ex allievi della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi.

L’introduzione della serata,  a cura del Presidente del Conservatorio di Milano “Giuseppe Verdi” Arnoldo Mosca Mondadori, verterà a chiarire i temi che hanno ispirato la serata: i principi del Manifesto dell’Universalismo, i 45 anni di attività della Galleria personale del Maestro Viola e la nuova Milano immaginata  dal  pittore.  L’idea  della  serata  nasce  dal  desiderio  del  Maestro  di  immaginare  la  città arricchita  dagli artisti e dalle loro creazioni, una città dove l’arte sia fruibile a tutti e sia presente in ogni luogo.

“Facciamo uscire dai meandri della città tutte le persone che, umiliate da cento poteri autoreferenti, possano con la loro fantasia e onestà contribuire a costruire quello che Milano merita: un rinnovamento  nel nome dell’arte e del libero pensiero”

Rodolfo Viola

Il pubblico non avrà solo un ruolo passivo di osservatore, ma verrà coinvolto con parole e azioni a sottolineare  l’importanza  di  una  nuova  comunicativa.  Ognuno  potrà  contribuire  al  rinnovamento lasciando un segno con pennelli e colori su di una gigantografia a disposizione nella Galleria.

Per info e contatti:

Chiara Viola +39.347.4337667

Tina Grieco +39.349.3214858

fondazione@rodolfoviola.it

http://www.rodolfoviola.it

I dipinti di Rodolfo Viola sono in permanenza nella sua Fondazione mentre la mostra collettiva durerà fino al 15 aprile 2011

“Donna e Musa” Casa dei Carraresi, Treviso

Mostra d’arte contemporanea

Donna e musa

Casa dei Carraresi

– Treviso –

da sabato 26 febbraio a giovedì 17 marzo

Finissage sabato 12 marzo

Nella storica sede espositiva della Fondazione Cassamarca di Treviso, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Treviso e del Comune di Treviso, in contemporanea alla mostra “Il pittore e la modella – Da Canova a Picasso” e nell’ambito del progetto l’Arte Italiana Presente di ArteficioLinea, la Galleria Polin di Villorba presenta “Donna e Musa”. In mostra una selezione di opere di pittori e scultori contemporanei che hanno affrontato nel loro percorso artistico il ritratto della figura femminile. In un periodo in cui si parla molto del ruolo della donna nella società contemporanea, ventotto tra artisti ed artiste offrono il loro punto di vista per stimolare riflessioni e porre degli interrogativi sulla figura della donna oggi.

Un’occasione per il grande pubblico di appassionati d’arte, critici e collezionisti per ammirare la produzione pittorica di: Oscar Alessi, Olimpia Biasi, Walter Davanzo, Emidio De Stefano, Lino Dinetto, Damiano Fasso, Mauro Gheda, Marco Lodola, Pietro Mancuso, Mario Martinelli, Renato Meneghetti, Silvio Merlino, Titty Modolo, Antonio Murgia, Lisa Perini, Pascal Pugliese, Tobia Ravà,  Isabella Ruzzene, Anna Santinello, Adriano Vit, Andrea Vizzini e Dania Zanotto.

La Galleria Polin porta in scena anche una selezione di opere scultoree di materiali diversi di: Francesca Bianconi, Angelo Morucci & Mario Venturini, Emanuele Rubini, Max Solinas, Choi Yoon Sook.

Un confronto aperto fra i grandi Maestri della storia dell’arte moderna, ospitati nelle sale del primo piano del palazzo, e gli autori contemporanei rappresentati dalla Galleria Polin, le cui opere sono esposte al secondo piano. Un omaggio a tutte le donne nel periodo in cui ricorre la loro celebrazione, un omaggio alla donna come Musa protagonista dell’arte a Casa dei Carraresi.

A celebrare gli artisti esposti, la Galleria Polin Vi invita a partecipare al Finissage della mostra che si terrà sabato 12 marzo alle ore 17.30. Seguirà un buffet.

La mostra resterà aperta da sabato 26 febbraio a giovedì 17 marzo tutti i giorni, con i seguenti orari:

lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.00 alle 19.00

venerdì, sabato e domenica dalle 9.00 alle 20.00

Per informazioni contattare la Galleria Polin di Villorba (Tv) al numero 340.3356420, oppure all’indirizzo e-mail: info@galleriapolin.com

Mostra d’arte contemporanea “Donna e Musa”

Casa dei Carraresi, Via Palestro 33 – 31100 Treviso

26 febbraio – 17 marzo 2011

Finissage: sabato 12 marzo ore 17.30

Galleria Polin – galleria d’arte moderna e contemporanea Villorba (Tv)  – www.galleriapolin.com

Ufficio stampa a cura di Federica Gobbo